Saturday, December 6, 2008

Il Dubai Mall e' una cagata pazzesca!!!


omg! ieri sono andata a dubai con F. e M. ed ho finalmente visitato il dubai mall, il nuovo mall che hanno aperto da un mesetto circa...
credo che abbiate capito che non sono tipa da mall, ma questo non e' un normale centro commerciale, gente. e no! il dubai mall e' il "mall piu' grande del mondo", accanto al "grattacielo piu' alto del mondo", di fronte alla "fontana piu' grande del mondo", vicino all' "hotel piu' lussuoso del mondo" nella citta' piu' sopravvalutata del mondo.

in teoria, nell'itinerario programmato da F., saremmo dovuti andare anche ad atlantis, la nuova meraviglia di dubai, l'albergo con l'acquario per il cui lancio hanno organizzato un party cui hanno partecipato centinaia e centinaia di personaggi del jet-set mondiale, poi, causa una lunga serie di imprevisti (partenza in ritardo a causa della bisboccia della notte prima, ulteriore ritardo per comprare i biglietti per le ferie di F., sosta al primo autogrill per fare benzina, foratura di una gomma e conseguente cambio della suddetta gomma nel bel mezzo della strada deserta e desertica che porta da abu dhabi a dubai, sosta al secondo autogrill per gonfiare un'altra gomma e controllare che tutto fosse a posto, sosta al terzo autogrill per comprare il salik -la targhettina del pedaggio per attraversare dubai- traffico, ecc. ecc. ecc.), abbiamo dovuto rinunciare al piano originario ed accontentarci di visitare solo il dubai mall (come se me ne potesse fregare qualcosa).

ed ora, solo per voi, miei cari, una piccola recensione del "centro commerciale piu' grande del mondo": fa schifo!
innanzitutto immaginatevi una struttura tipo capannone industriale, con pareti completamente bianche stile ospedale ed ampi spazi vuoti ed asettici. c'e' l'acquario (grande, con dentro squali, mante ed ogni sorta di pesce tropicale) al centro, ma, se devo dirvi la verita', la cosa non mi ha impressionato piu' di tanto: provavo solo pieta' per quei poveri pesci, ridotti ad attrazioni turistiche e storditi dai flash continui. il mall era affollatissimo (ovviamente: l'hanno appena aperto, quindi e la nuova attrazione della citta') e caotico, anche a causa della struttura escheriana che dopo un po' rincoglionisce anche il piu' interessato dei visitatori. tantissimi spazi non sono ancora stati venduti (eheh, il credit crunch ha colpito anche dubai...), molti negozi non erano ancora aperti e, nel complesso, non c'e' molto di piu' degli altri mall della citta' (forse qualche negozio "di lusso", ma sinceramente sono proprio gli ultimi a cui io sia interessata).
unica nota positiva: kinonukiya, una libreria di singapore, grande almeno il doppio della biblioteca comunale di montesilvano (ok, ve lo concedo: non ci vuole molto) che vende libri interessanti anche in lingue che non siano l'inglese e l'arabo (bello: c'era la sezione in francese, quella in tedesco, quella in cinese, in coreano e poi una parte enorme in giapponese). pero' il libro che volevo comprare (Adama di Turki al Hamad) non ce l'avevano! vabbe', mi son rifatta con altri tre titoli e, quando tornero', ho gia' deciso che mi accattero' l'edizione inglese di Q!

insomma, non riesco a capire tutto questo febbrile eccitamento nei confronti del dubai mall. per citare un maestro di vita: "il dubai mall e' una cagata pazzesca!!!"
ma saro' io che sono snob?! a volte me lo chiedo...


p.s.: ci vediamo mercoledi' (insha'llah!), che' da domani cominciano i tre giorni di festa per l'eid al-kabir... mabruk!


15 comments:

Stefania said...

Mi devo informare su questi tre giorni di festa di cui non so niente... Ma non è che ormai gli sfarzi di Dubai ti abbiano resa cieca ai lussi? Cmq, anch'io quando vado in un centro commerciale sono interessata a ben pochi negozi, il primo dei quali è la libreria... e più grande è la libreria più sale il mio voto complessivo.
Io per i libri mi trovo abbastanza bene qui in Inghilterra, solo che non posso comprarne molti perché sto solo fino a maggio. Ho deciso che "A case" me lo compro in inglese e lo leggo per Natale! Ecco, se durante le vacanze natalizie finisco i libri me ne compro uno in italiano di Wu Ming.

PS: unisciti anche tu al Fronte per la Liberazione dei Pesci d'Acquario!!!

silvio di giorgio said...

meno male che mi hai avvisato! eviterò di andare lì a fare i mei acquisti...;-)

Coq Baroque said...

I mall nei paesi arabi fanno tutti cacare. La sola cosa positiva e' che c'e' sempre un supermercato decente dove trovare dell'olio d'oliva che non sia algerino o spagnolo.

p.s.
Kinokuniya e' giapponese... :) 紀伊国屋書店

l'incarcerato said...

Ma dai, non ammiri l'architettura moderna?

Ma cosa sono questi tre giorni di festa?

clauds said...

@ Stefania:
compra Q!
la festa dell'eid el-kabir (o eid al-adhaa) sancisce la fine del mese di dhu-l-hijja, il mese in cui si effettua il pellegrinaggio alla Mecca. e' la festa piu' importante per i musulmani...

@ Silvio:
vedi?! se non ci fossi io...

@ Coq:
i mall emiratini non sono come i mall egiziani (cioe', sono un po' sullo stile del City Stars, quello tutto lussuoso a Masr el-Gedida)... a me pero' il Genena Mall e' rimasto nel cuore (abitavo li' accanto per un periodo...)
l'olio spagnolo e' davvero disgustoso, ma sai che qua un olio decente non si trova? solo una marca italiana, che pero' non mi piace. io mi riporto dall'italia quello di mio padre e quando lo finisco compro l'olio siriano (non e' malaccio...)
comunque sull'insegna di kinokuniya c'era scritto che e' di singapore... indaghero'... ;-)

@ L'Incarcerato:
io adoro l'architettura contemporanea (piu' che quella moderna)! peccato che quella che si vede qui non sia architettura, ma robaccia prefabbricata...

un abbraccio

clauds

Coq Baroque said...

Si', Clauds, pensavo proprio al City Stars... anche lui mezzo vuoto all'apertura, il lusso inutile, i negozi vuoti, e poi l'opulenza dorata che piace tanto agli arabi del golfo... bah!
Ma sai che non so dov'e' il Genena Mall? Io mi ricordo quella schifezza del Yamama Center! ARRGH! :)

Kinokuniya era la mia libreria a Tokyo, avevano tantissima roba in francese e inglese, meno in italiano ma in astinenza qualcosa si trovava... Forse la filiale singapor... ina(?) ha aperto a Dubai...

clauds said...

anche a me il City Stars fa schifo... non a caso e' dei sauditi. si', un lusso del cazzo in un paese come l'Egitto in cui la maggior parte della popolazione non arriva a fine mese...

Genena Mall e' su Al Batrawi Str., una traversa di Abbas al-Aqqad a Madinat Nasr (e' vicino al Metro), pero' Yamama Center non lo conosco...

libri in italiano non ne ho trovati da Kinokuniya, ma va bene cosi'... e' carina!

Coq Baroque said...

Il Yamama e' (o era) una schifezza a Zamalek.

clauds said...

aaaahhhh, adesso ho capito perche' non lo conoscevo: io non frequento quei postacci da ricchi stranieri... ;-)

Coq Baroque said...

No, no Clauds... Il yamama fa veramente schifo... Mi sa che gli stranieri manco lo conoscevano. La cosa piu' interessante era un negozio che vendeva gadgets cinesi e batterie per il walkman... :)

l'incarcerato said...

Ma insomma, quando aggiorni il tuo blog??

Coq Baroque said...

e appunto! poi il pigro sono io? :)

Anonymous said...

10 buoni motivi per salvare il 2008,
per concludere l'anno con uno sguardo positivo verso il domani.

Tu cosa proponi?
Ti aspetto qui:
http://metaoikos.wordpress.com/

Spread the wo(l)rd.

-
ja

Stefania said...

Ma dove sei finita? Voglio quel post sulla nanotecnologia... Dai scherzo! Ho pensato ad un post serio: mi sapresti dire quali sono, a tuo parere, i più bei film del mondo arabo? Una specie di 10 ten, insomma. Io sono appassionata di cinema-altro, per così dire, ma si può dire che non abbia visto niente di quei paesi, a parte "Alexandria, Why", che tra l'altro mi hai consigliato tu!

A proposito, Buon Natale!!! Spero che passerai un bel Natale, anche se ti trovi ad Adu Dhabi e l'atmosfera di certo non starà creando in te lo spirito natalizio...

Trivago said...

la tua recensione del Dubai Mall è stata linkata su Trivago