Saturday, August 16, 2008

Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni.

come Oscar Wilde, anch'io non so resistere alle tentazioni.
ci provo, ma proprio non ci riesco!

ebbene, l'ultima tentazione si e' manifestata esattamente due sabati fa...
eh si', proprio quando con Mr. K. pareva si fosse tutto avviato ad una situazione di stallo (come e' possibile che una situazione sia piu' di stallo del tenere i contatti via telefono ed e-mail con qualcuno visto una volta nella vita? e' possibile se quella persona pianifica di venire a trovarti e decide di tagliare tutti i ponti fino al momento dell'incontro per acuire la voglia di vedersi... oddio, ma chi mi sono trovata di nuovo?), un sosia di Mr. K. e' apparso all'orizzonte.

avevo questo appuntamento con un rappresentante di una tipografia e, quando me lo sono ritrovato in ufficio, non credevo ai miei occhi: e' il fratello separato alla nascita di Mr. K.! (leggermente piu' magro forse...)
beh, parliamo, mi mostra dei campioni dei lavori precedenti e mi dice che posso tenerli, gli dico che la qualita' e' buona e che in questo momento non abbiamo molto lavoro visto che agosto e' un periodo un po' slow ad abu dhabi.
mi fa: "prima di andare, posso dirti una cosa?"
io: "certo."
lui: "scusami, ma proprio non posso tenermelo nel cuore... hai degli occhi bellissimi!"
giuro che ho faticato a trattenermi dallo scoppiare a ridergli in faccia!

vabbe', com'e' come non e' nella vita succedono "miracoli" e da quel giorno ho ricevuto migliaia di richieste di clienti per stampare diverso materiale, quindi ho contattato il simil-Mr. K. per ricevere dei preventivi e vedere se e' possibile lavorare con la loro tipografia.
e da allora ogni giorno mi chiama per sapere se ci sono novita' e, soprattutto, per chiedermi di uscire. che fare?

e' carino (ovvio che e' carino: somiglia al mio bello!) pero' non mi va di mischiare business e vita privata (come e' gia' successo purtroppo) e poi uno che dal primo momento ti dice che gli piaci e ti invita ad uscire... mmmhhh, a me mi puzza un po'...
comunque alla fine, visto che non so resistere alle tentazioni (ed i miei amici ancora meno di me...) ho dato ascolto ad un paio di persone ed ho accettato l'ennesimo invito.

beh, siamo usciti giovedi' sera e sinceramente mai appuntamento fu peggiore di questo.
credo sia stata l'uscita piu' imbarazzante da quando avevo 16 anni...

io sono stata un tantino fredda effettivamente ed alla fine ero convinta che non si sarebbe fatto piu' sentire (anche perche' se un ragazzo arabo non ti chiama subito dopo un appuntamento e' un chiaro segnale di disinteresse) ed invece stamattina alle 9,30 e' arrivata la sua puntuale chiamata in cui mi diceva: "oh, volevo solo darti il buongiorno. e poi volevo ringraziarti per giovedi' sera... sono stato cosi' bene! sei veramente una ragazza carina e simpatica. allora quand'e' che possiamo vederci di nuovo, magari per andare al cinema?"
il cinema: il posto da evitare come la morte quando si esce con un ragazzo arabo cui non si e' interessate piu' di tanto!


comunque, da tutto cio' ho capito che:
1. a volte e' meglio resistere alle tentazioni;
2. better to stick to Mr. K.!

ora si accettano suggerimenti su improrogabili impegni da inventare da qui al 21 agosto!

6 comments:

Luca Viscje Brasil said...

Ciao Clauds,
secondo me hai fatto benissimo ad uscire con il tizio. Hai capito che non ti va e tutto ok, ti sei tolta il dubbio.
Ora, onestamente, la miglior cosa è un semplice: no grazie, ho capito che non sei la persona adatta a me. Chiaro, netto e sincero. Non è facile da dire, ma vedrai quanto ti sentirai bene.
Ciao ciao!
Luca

clauds said...

la verita' ti fa male lo sai *music*

;-)

grazie del consiglio... penso sia proprio quello che faro'!

un saluto

Stefania said...

Anch'io sono d'accordo con Luca, è quello che faccio di solito, gli dico che non sono interessata e la cosa muore là.

E' interessante sapere come funzionano nei diversi paesi queste cose. Dalla mia esperienza (scarsa) gli inglesi fanno proprio come ha fatto il tuo tizio: ti parlano per due minuti di orologio e poi ti chiedono il numero di telefono. La cosa più assurda è che se sei alla stessa festa o pub, poi se ne vanno e per tutta la sera non ti cagano, per chiamarti poi dopo qualche giorno. Assurdo!
Gli ispanici (almeno quelli con cui ho avuto qualche esperienza concreta) dopo due giorni ti dicono che sono innamoratissimi di te... un po' ridicolo...
Pensa che una mia amica peruviana quando ha conosciuto quello che ora è suo marito (italiano) è rimasta molto colpita dal fatto che lui l'abbia chiamata il girno dopo, perché i ragazzi peruviani di solito lasciano calmare le acque per almeno 5-6 giorni.

Degli italiani non possiamo neanche lamentarci troppo, dai... :-)

clauds said...

mmmhhh, non so... non ho mai avuto un vero ragazzo italiano dopo i 17 anni!
e non ho neanche molta esperienza con gli inglesi...

sugli spagnoli e' vero quello che dici e penso sia un modo di fare tipicamente "mediterraneo", infatti e' comune anche tra i miei conterronei di sesso maschile e tra gli arabi.
gli arabi sono effettivamente i peggiori credo... dopo tre giorni parlano gia' di matrimonio!

e poi tutte le tiritere sugli "occhi belli come stelle", le "labbra piu' dolci del miele", "la voce come una musica celestiale"... mamma!
pero' ammetto che a volte fa piacere questo tipo di complimenti...
sempre meglio di "a bona!"
:-P

comunque: bel post sull'afghanistan! complimenti!

marcouk76 said...

Bellissimo post... ma mi ha lasciato con una curiosita`: perche` dici che il cinema e` un posto da evitare come la morte quando si esce con un ragazzo arabo a cui non si e` interessati?

clauds said...

LOL!
caro Marco, il cinema in quel caso e' assolutamente da evitare principalmente perche'... E' BUIO!

quindi al primo momento utile scatta il braccio intorno alla spalla, seguito poi da carezze varie. quando il ragazzo e' proprio "infido" c'e' sempre l'imbarazzantissimo momento in cui con una scusa qualsiasi inizia a parlarti e quando ti giri per rispondere ti infila mezzo metro di lingua in bocca...
da evitare soprattutto l'angolino dell'ultima fila! (di solito il preferito se ti portano ad un appuntamento...)

oddio, magari sto generalizzando e sono stata io ad essere sfortunata ed avere brutte esperienze, ma a quanto pare (dai racconti di altre amiche) l'"appiovramento cinematografico" e' pratica diffusa...

beh, rileggendo il post mi sono accorta di aver scritto "a me mi"... nessuno mi ha fatto notare che "a me mi non si dice"?

un saluto

clauds